Marcela Serrano - Quel che c'è nel mio cuore

quel che c'è nel mio cuore Marcela Serrano
Ecco quel che c'è nel mio cuore, furono le sue parole alla fine del racconto della sua vita, come usano dire le donne maya quando concludono una storia. 

La storia che racconta Marcela Serrano in questo libro è quella di Reina Barcelona, una donna uruguayana con profonde radici messicane, che sceglie San Cristobal de Las Casas come dimora definitiva e luogo di rinascita. Una donna combattiva, che lotta da sempre per l'uguaglianza dei diritti dei popoli e delle donne, che ha dedicato la sua vita (e il suo destino) alla causa zapatista, che non smette mai di credere alla giustizia e alla serenità delle genti. Reina era un'amica della madre di Camila, cilena trapiantata a Washington, succube del marito e del proprio destino famigliare, che si reca a San Cristobal per un'intervista. E' un'occasione, uno spunto di rinascita interiore, per darsi spazio e forse dimenticare il suo bambino morto di una dolorosa malattia. E le domande che si pone Camila non sono solo esistenziali ma anche politiche. Nelle sue vene scorre il sangue cileno della condizione sottomessa della donna che trova sfogo in una città perduta ma non perdente che ti fa innamorare di sé e dei suoi uomini, che tutto sono fuorché messicani.



La dolcezza che accompagna questo libro si fa scudo alle vicende politiche condotte dal sub comandante Marcos, qui idolatrato e mai giudicato. E la storia infondo non è solo quella di Reina, ma degli indios, delle donne degli indios e della condizione di un popolo che lotta profondamente e con tutta la forza che può per raggiungere l'omogeneità che tutti sperano per una nazione ma che, purtroppo, non è mai attuabile se non nel cuore di chi ci crede. E il cuore di Camila riscopre i suoi avvalli in modo dolce e mansueto, grazie alla irremovibilità di un seno profondamente simbiotico, seppur diverso, di un uomo: il suo Luciano. 
Camila si trova di fronte avvenimenti più grandi di lei che non sa affrontare, ma che la rendono più forte e più donna e la fanno tornare nella sua Washington con più consapevolezza ma soprattutto, tra le braccia del suo Cile, da sempre fertile e rigoglioso di precipizi come la vita stessa.

Quel che c'è nel mio cuore è un altro splendore di Marcela Serrano, che fa amare un'altra città dell'America Latina fin quasi a toccarla e a farti venire la voglia di partire, di nuovo, per scoprirla, assaporarla, amarla.

"il colore dei tuoi capelli abbellisce ma non distrae"
"uno è cittadino del posto che vuole... del posto che si sceglie"
"tutte noi nutriamo la segreta illusione di essere diverse"
"Il buonsenso: il peggiore di tutti i sensi, quello che banalizza tutto"
"esiste un sangue che brucia anche quando è freddo"
"avevo dimenticato com'era l'odore che stavo cercando"
"dove, dove si ritorna dopo l'amore? Qual è il posto?"


4 commenti:

Nicky ha detto...

Ho un piccolo regalo per il tuo blog qui :-)

http://bookshelf-nicky.blogspot.it/2012/03/un-nuovo-premio-per-bookshelf.html

piepalmi ha detto...

Avevo perso il link del tuo bel blog. Ora mi sono iscritto tra i tuoi preferiti, cosi potro' avere notizie nel mio blogroll aggiornate, sui tuoi post.

Ultimamente sto leggendo molto (soprattutto contemporanea), e dal tuo lavoro qui, posso trovare molti spunti per libri da leggere.

Buona lettura

Pietro

max ha detto...

Ciao, mi piace molto il tuo blog, e soprattutto chi ama i libri... Piacere di conoscerti.

Lisa ha detto...

Sono anni che mi dico di dover leggere qualcosa di questa attrice ma ancora non ho acquistato nemmeno un suo libro! dovrò provvedere :) ad ogni modo, come autrice mi sembra molto simile all'Allende... tu che ne dici?

Posta un commento

Delicious Save this on Delicious

Nota

Questo blog rappresenta una raccolta di opinioni personali e pertanto soggettive. Le foto delle copertine sono tutte tratte da web.